Come trasportare la bici in auto

Se sei un ciclista, che si tratti di ciclismo su strada, MTB o, più semplicemente, un cicloturista urbano, ti sarai spesso trovato a dover caricare e trasportare la tua amata bicicletta in auto oppure a dover rinunciare ad alcune gite per impossibilità di trasporto e/o distanza. Non è certo da tutti percorrere 100 km in un giorno pedalando, ma facendo un primo tratto trasportandola, tutto diviene più fattibile.

Trasportare la bici in macchina

I modi per trasportare la bicicletta in automobile sono differenti. Tralasciando le bici pieghevoli, che sono più pratiche per il trasporto, ma magari meno adatte all’attività sportiva, vediamo quali sono le soluzioni per trasportare la propria bicicletta in auto. Portabici posteriore, sul tettuccio o nel baule sono i tre metodi più utilizzati per il trasporto.

Alla fine dell’articolo ti darò anche un suggerimento bonus facile facile…

Portabici

🟢 Vantaggi 🔴 Svantaggi
Praticità di carico Esposizione alle intemperie
Non bisogna smontare nulla Rischio di furto
Pulizia interni auto Meno sicuro

Il portabici è la soluzione più pratica, soprattutto se si possiede un’automobile non troppo spaziosa al suo interno. In un attimo la si carica, si fissa e si parte. Ovviamente ci sono, come
abbiamo visto, anche degli svantaggi. Avere una bicicletta appesa dietro o sopra l’automobile comporta sicuramente dei rischi maggiori quando si è alla guida. Bisogna essere estremamente
attenti nel fare alcune manovre (pensa solo all’ingresso in un parcheggio con la sbarra, piuttosto che all’ingombro laterale e, non meno importante, assicurarsi dell’ottimo fissaggio della bici stessa e di tutti i suoi componenti.

Ti immagini se si staccasse il campanello a 130 km/h in autostrada? Meglio ridurre al minimo la possibilità di perdita degli accessori!

Consiglio: se possibile, rimuovi gli accessori per evitare rischi inutili (fari, campanello, conta km, ecc.)

Trasportare bici nel bagagliaio

🟢 Vantaggi 🔴 Svantaggi
Più sicurezza stradale Meno pratico
Minor rischio di furti Bisogna proteggere gli interni
Bici protetta da agenti atmosferici Ci si può sporcare più facilmente

Il bagagliaio è una soluzione a mio avviso migliore, in quanto il carico è molto più sicuro e al sicuro. Ci sono anche qui degli ovvi limiti, come ad esempio le dimensioni della vettura. In alcune auto, puoi provare a smontare tutto quello che vuoi, ma non ce la caccerai mai dentro. Altrettanto ovviamente dovrai porre maggior attenzione in quanto sarà facile sporcare l’interno dell’abitacolo (soprattutto dopo i salti nelle pozzanghere se sei ancora un bambinone che si diverte a scendere per i boschi). Un altro aspetto da non sottovalutare è che in molti casi dovrai smontare la ruota anteriore per farcela stare, anche in una monovolume, rischiando di sporcarti e perdendo un po’ più di tempo.

Attenzione ai dischi dei freni!
Rimuovendo la ruota anteriore c’è il rischio che, toccando accidentalmente i freni, le pastiglie perdano il loro allineamento. Per ovviare a questo inconveniente ti consiglio di utilizzare dei piccoli distanziali, reperibili a pochi euro online o nel tuo negozio preferito di articoli sportivi.

C’è un’altra soluzione che le batte tutte: il furgone

Utilizzare un furgone per caricare la bici (o, meglio ancora, le bici), non solo ti solleverà da tutti i pensieri che potresti avere caricandola sul portabici o nel bagagliaio dell’auto con tutti i sedili
abbassati, ma ti consentirà di organizzare un’uscita in due o tre amici potendo portare tutte le bici in un solo mezzo, godendoti il viaggio di andata e ritorno in compagnia, non avendo la
preoccupazione di perdere oggetti o di sporcare l’abitacolo. Il furgone è o non è fatto apposta per caricare merci?

Tutto sarà molto più pratico e spensierato, così da poter lasciare alla tua giornata, solo il gusto del piacere per le due ruote. Ti basteranno un paio di amici, qualche cinghia, e un furgone.
Se non hai un furgone e vuoi noleggiarlo fai subito un preventivo o contattaci, per averlo al miglior prezzo.