Come sopravvivere a una giornata all’IKEA

Anno 1989, a Cinisello Balsamo, apre il primo negozio IKEA in Italia. Oggi sono 21 i negozi del colosso svedese sparsi sul nostro territorio, perfino più che in Svezia, dove ce ne sono “solo” 18. Ma una volta trovato il mobile perfetto, come facciamo a portarcelo a casa?

Noleggiare un furgone per trasportare comodamente la nostra nuova cucina IKEA? E la camera da letto? Stipare gli scatoloni nell’auto e fare più giri, acquistando un po’ alla volta? Qual è la soluzione ideale per lo shopping nei negozi di arredamento low cost più famosi del mondo?

Alzi la mano chi possiede almeno un oggetto IKEA.
Le posate, la teiera, un portapenne, la sedia da scrivania, la libreria (la mitica serie BILLY), il guardaroba o la cucina, intera, incluse pentole e stoviglie. Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha gironzolato per quei corridoi ammirando le composizioni perfette di forme e colori dell’arredamento IKEA. Il segreto dei nomi più impronunciabili dell’interior design sta tutto nell’aver trasformato l’arredamento a basso costo nell’espressione tangibile di uno stile di vita intelligente, informale, giovane e, soprattutto, alla moda.

Per questo motivo non riusciamo a resistere quando vediamo quei bei divani invitanti, o le camerette per i bimbi, che sono assolutamente perfette, incluse le tende, le trapunte e le lenzuola, e vorremmo solo poterle teletrasportare direttamente a casa nostra così come sono in negozio.

Una volta concluso lo shopping però, arriva il momento di pensare al trasporto. Quale soluzione scegliere? Può essere utile noleggiare un furgone per portare a casa tutto l’arredamento che ci serve senza doverci preoccupare delle dimensioni delle scatole più ingombranti? Dipende. Ecco, in pratica, le situazioni più frequenti.

Caso 1 – Andiamo all’IKEA con l’auto di famiglia e non torniamo a casa senza aver comprato tutto quello che ci serve

È sabato, non c’è scuola, e perciò con tutta la famiglia (come qualcuno ha deciso molto democraticamente) andiamo all’IKEA di Milano per scegliere l’armadio nuovo per la nostra camera da letto, una scrivania per la stanza dei bimbi e un mobiletto per i DVD da mettere in salotto. Sappiamo che insieme a noi ci sarà una quantità incredibile di nostri simili, ma la decisione è ormai stata presa, e uscire da quella bolgia a mani vuote significherà doverci tornare il sabato successivo.

Dopo diverse ore di vagabondaggi e indecisioni, siamo finalmente riusciti a trovare tutto quello che ci serve, abbiamo caricato di scatoloni due carrelli di quelli grandi e ora non ci resta che attendere il nostro turno alle casse. Che sono lì, da qualche parte… ancora invisibili, oltre la fiumana di persone in coda insieme a noi. Speriamo di essere nella fila giusta… possibile che sia già così tardi?!

Terminato lo stillicidio alle casse, usciamo a riveder… le stelle (è davvero tardissimo! Ma come abbiamo fatto a non accorgi del tempo che passava?) adesso il problema più grosso è ricordarsi dove abbiamo parcheggiato… o forse no?

Già a colpo d’occhio, l’enormità dei carrelloni colmi di scatole piatte sovrasta spaventosamente le ridicole dimensioni della nostra due volumi con i cerchi da 17. E adesso? Dove li mettiamo? Nel baule? Impossibile farci stare tutto. Sul tetto. Sui sedili. Mica possiamo lasciare i ragazzi a piedi! Com’era l’indovinello del lupo, la capra e il cavolo sulla barchetta che può trasportarne solo due alla volta?

Sapevate che IKEA vi noleggia anche il furgone per portare a casa tutti, ma proprio tutti, i vostri acquisti E anche la vostra famiglia? Voglio dire, in un giro solo! Non vi sembra eccezionale?! Certo… è già tardi, i bambini sono esausti, bisogna fare la coda anche allo sportello del noleggio, non era esattamente questo il sabato di compere in famiglia che avevamo immaginato…

Non sarebbe stato meglio noleggiarlo prima, il furgone?

Se abbiamo intenzione di svaligiare IKEA e arredare un tre vani più servizi in una volta sola, probabilmente ci conviene andare in negozio con un bel furgone passo lungo super-spazioso in cui poter caricare tutto quello che ci serve, senza doverci preoccupare di prendere le misure del bagagliaio e abbandonare l’idea di quel tavolo perfetto per la sala da pranzo che però in macchina proprio non ci sta. Non dovremo nemmeno tornare indietro a restituire il furgone, potremo rivolgerci all’autonoleggio più comodo e vicino, goderci la nostra scampagnata da IKEA, tornare a casa, scaricare con calma e poi riconsegnarlo in men che non si dica.

Caso 2 – Non abbiamo nessuna fretta, organizziamo i nostri acquisti e andiamo da IKEA a “fare un giro”

E perché invece non prendere tutto online? La soluzione dell’acquisto dal divano di casa sta prendendo sempre più piede anche in Italia, e per delle validissime ragioni: il risparmio in termini di tempo e la possibilità di confrontare decine di prodotti simili per scegliere in totale relax quello che fa davvero al caso nostro, tanto per dirne due.

Ma acquistare online da IKEA? E se poi sbaglio le misure, il colore, i pomelli dei cassetti?

Niente paura. Bastano un po’ di ingegno e il consiglio giusto.

Noi, ad esempio, potremmo fare così: andiamo da IKEA come se dovessimo comprare tutto ciò che ci serve in quello stesso giorno e rintracciamo l’addetto (o l’addetta) alla clientela più simpatico (o simpatica) e sorridente che riusciamo a trovare. Deve piacerci molto, questo è importante. Non possiamo farci arredare la casa da qualcuno che non ci capisce veramente.

A questo punto non ci resta che farci consigliare, suggerire e coccolare fino a quando non abbiamo in mano un ordine completo, una lista dettagliatissima di tutto (ma proprio tutto) quello di cui abbiamo bisogno, con addirittura (attenzione perché questo è un passaggio importante) i codici di riferimento dei singoli prodotti. Fatto questo, possiamo prendere un caffè e una fetta di qualche innominabile dolce svedese e poi pensare a goderci il resto della giornata: dopo tutta questa fatica, l’abbiamo ben meritato, no?

Con i nostri preziosissimi ordini alla mano, lo shop online fa molta meno paura, vero? Inserire i codici sarà un gioco da ragazzi, e ridurrà a zero le possibilità di errore. Aggiungiamo al carrello tutti i prodotti che abbiamo in lista, controlliamo le quantità, assicuriamoci che tutto torni e… click. Comprati. Nemmeno la coda alle casse. Tutto fatto. O quasi…

E adesso?

Adesso dobbiamo “solo” fare in modo che i nostri acquisti raggiungano il loro posto tra le mura di casa nostra. Quale soluzione scegliere?

Andiamo a prenderceli da soli. Certo che si può! Già dopo 4 ore dall’ordine (se inviato entro le 15:00) i nostri mobili IKEA saranno disponibili in negozio, già sul carrello, pronti per essere caricati e portati a casa. Se scegliamo questa opzione, la cosa migliore è presentarci con un furgone preso a noleggio, scelto facendo attenzione a calcolare bene le misure delle scatole più lunghe e ingombranti.

Ecco qui tutte le informazioni utili sul servizio Clicca e Ritira: https://www.ikea.com/ms/it_IT/customer-service/our-services/clicca-e-ritira.html

Ce li facciamo consegnare a casa. IKEA offre un servizio di consegna a domicilio che può richiedere da uno a tre giorni a seconda della distanza da percorrere. In questo caso abbiamo anche un’assicurazione in più: se la merce dovesse subire dei danni durante il trasporto, verrà sostituita senza spese.

Tutte le informazioni sul servizio di trasporto offerto da IKEA: https://www.ikea.com/ms/it_IT/customer-service/our-services/trasporto.html

Discorso a parte merita il montaggio: per alcuni è la parte più divertente, per altri un vero incubo. A noi piace il fai da te, ma siamo proprio sicuri di voler rischiare di rovinare la nostra cucina nuova di zecca prima ancora di vederla finita, montata e completa di tutti gli accessori?

Secondo noi, finché si tratta di tavoli o sedie, piccoli mobiletti e oggetti con un ridotto numero di “pezzi”, il montaggio è davvero facile e divertente. E poi c’è la soddisfazione di aver fatto tutto “da sé”, che non guasta mai.

Se invece si tratta di mobili più grossi, composti o componibili, che richiedono di essere montati con cura e in “bolla”, con antine piene di cerniere e altri meccanismi a cui basta qualche millimetro per non funzionare a dovere, la soluzione migliore è quella di usufruire del servizio di montaggio. Gli addetti IKEA sono molto capaci e competenti, in più, se qualcosa dovesse andare storto, provvederanno a sistemare o sostituire il pezzo danneggiato.

A questo link tutte le informazioni e le tariffe del servizio di Montaggio Mobili: https://www.ikea.com/ms/it_IT/customer-service/our-services/assembly.html

Con tutto questo parlare di mobili e accessori, non ti è venuta voglia di fare un salto da IKEA?

Buon acquisto e montaggio a tutti!